Se quelluno guadagna trenta cents, io mi contento di venticinque.
Cosa sarebbe questo se non il ringraziamento della vittima del rapito al bandito al rapitore?
Ce ne ricorderemo, e non solo della vita nostra che ovviamente rivedremo tutta come un film, che cazzata o dei vicini, degli affetti, degli amori, degli amici, dei figli.
Sì, i banditi sono questi qui, quelli che ti portano via dove vogliono loro, e tu sei contento di andarci.Si tratta di caricare una molla, anzi di più: di generare stupore.Reception su misura, si producono reception con innumerevoli soluzioni:lineari, con angoli, con banconate attrezzate con contenitori sotto e/o con scrivanie.I banditi delle parole, quelli che ci hanno rapito e portato con loro chissà dove, in mezzo alla campagna inglese, nella steppa, nella giungla, in macchina a Palm Springs con unavventuriera bella da mozzare il fiato, a sparare a qualcuno, o esserne sparati,.Non sarà come Holden che vorrebbe telefonare al suo autore preferito, però puoi portargli da fumare, anche a uno morto stecchito da cinquantanni.
Oppure il gentiluomo intuitivo al massimo grado, quello che vede un indizio e lo segue fino a un altro e fino a un altro e poi mette insieme i pezzi.
Gli dice: dai, ora voglio vedere se non vai avanti.
Bandito anche lui, Steinbeck.
Non è nemmeno Holden che dice dei libri che ti hanno fulminato e che vorresti che lautore fosse tuo amico e poterlo chiamare al telefono ogni volta che vuoi.
O di quando ho capottato con la macchina in mezzo alla neve e mi ha salvato una lettrice proprio una lettrice e mi ha rapito lei, questa volta, movimentazione quote scommesse prendendomi a martellate perché quella stanleybet malta scommesse scema di Misery non doveva morire.
Ecco Dostojevskij ne LIdiota: Dicono che non stupirsi di nulla sia un segno di grande intelligenza; ma, secondo me, potrebbe essere allo stesso modo un segno di grande stupidità.E laltra è la giustizia come la pensiamo noi, il senso di giustizia, quello che abbiamo da qualche parte tra il cuore e il duodeno, o il pancreas, che ne so, che ti fa dire: oh, che ingiustizia!, Oh, ma questo non è giusto.Sì, perché cè unaltra intercapedine in cui si muove il noir, il giallo, il mistero da sciogliere.Quello che è legale slot games free to play games spesso è ingiusto, quello che è giusto spesso non è legale.(Roma, Basilica di Massenzio, Festival Letterature, ).



Ecco, ora bisogna solo mischiarli per bene.
Un fatto incredibilmente strano?