entro quando spendere il bonus docenti

Naturalmente quanto appena detto potrebbe non valere più qualora il Ministero dellIstruzione decidesse diversamente, approvando un decreto machine a poker casino astuce che andrà a sostituire quello del 2016.
I docenti assunti a termine, con contratto a tempo determinato, non ne hanno diritto, neanche quelli assunti per un intero anno.Esempio pratico, facciamo un esempio: un docente deve spendere ancora 100 del bonus docente e tutti i 500 del contributo di questanno.Ricevere il bonus è semplice: se sei un insegnante devi innanzitutto avere le credenziali spid, ossia password e username riconosciute dallo Stato; con queste credenziali di accesso loggarti al sito.Dpcm del 28 novembre 2016, nel quale si legge che: Le somme non spese entro slot machine gratis senza scaricare programma il evono essere improrogabilmente utilizzate e rendicontate entro il, nel rispetto delle modalita previste dal decreto del Ministro dellistruzione, delluniversita e della ricerca, di concerto con il Ministro delleconomia e delle.In realtà però non cè alcuna urgenza di spendere tutto il contributo riconosciuto agli insegnanti per laggiornamento professionale e per la formazione.La formazione dei docenti è molto importante, necessaria, è infatti un diritto e dovere dellinsegnante.A chi spetta, hai diritto al bonus 500 euro solo se sei un docente assunto a tempo determinato: Part time; Full time; In formazione; In prova; Fuori ruolo; allestero; Nelle scuole militari; Riconosciuti inidonei a causa del loro stato di salute (D.lgs.Puoi fare acquisti anche su Amazon, sempre inerenti alle spese appena elencate.
Lo scopo di questo bonus è agevolare laggiornamento professionale degli insegnanti, tramite un incentivo economico da spendere proprio per questo scopo.
Nessun problema se questi sono strettamente legati alla propria disciplina, ma va detto che la ragionevolezza non suggerisce nemmeno il divieto ad un professore di inglese di iscriversi all'accademia di belle arti.
Ministero dell'Istruzione ha provveduto ad emanare il relativo decreto con tanto di circolare inviata a tutte le scuole (la numero 15219 del 15 ottobre) contenente sì delle istruzioni operative ma che, di fatto, non spiegano in dettaglio come dovranno comportarsi i docenti, sia per quanto.
Come spendere i 500 euro del bonus?
Non ci sono limiti di spesa su ciascun acquisto: quindi volendo puoi spendere i 500 euro tutti in un solo acquisto, oppure spenderli in maniera frazionata, come meglio credi.
Nel provvedimento legislativo, infatti, viene rinviato 'a successiva nota' il chiarimento riguardante l'attività di rendicontazione delle spese che ogni docente sosterrà durante l'anno scolastico 2015/6.Ad esempio c'è chi consiglia di spendere tutti i 500 euro entro la scadenza del, così da non rischiare di perdere quanto spetta di diritto ai docenti di ruolo nelle scuole pubbliche.Il bonus dei 500 euro per l'autoformazione dei docenti di ruolo è arrivato, attraverso un'erogazione specifica, separata rispetto allo stipendio.Al momento non cè alcun rischio che ciò avvenga poiché, come si legge nel decreto del 28 novembre 2016, dopo la scadenza la parte di bonus non spesa non viene persa poiché viene accreditata nuovamente nel borsellino elettronico della Carta del Docente insieme ai 500.Alla luce di queste motivazioni, anief (Associazione sindacale professionale) ha deciso di avviare un contenzioso al giudice del Lavoro.Semplice, il decreto pubblicato dal.Entro quando spendere il bonus docenti?Il miur non pubblica un bando: tutto quello che devi fare è registrarti sul sito apposito.L'anno scolastico sta per concludersi e con lui anche il termine entro il quale spendere i 500 euro del bonus insegnanti che il miur accredita ogni anno su una piattaforma online.Il miur, infatti, in questi giorni potrebbe decidere diversamente approvando un nuovo decreto che - in sostituzione di quello precedente - modifichi la data di scadenza del contributo accreditato quest'anno.Il governo ha già messo le mani avanti: tutti quei docenti che utilizzeranno il bonus da 500 euro per scopi diversi da quelli strettamente legati alla propria professione, si vedranno decurtato l'importo spettante l'anno successivo.